Le cartucce di una stampante

Per funzionare una stampante ha bisogno di cartucce, ovvero di inchiostro. Senza questa componente fondamentale infatti non riusciremmo a vedere l’immagine comporsi sul foglio. Ogni stampante può essere in bianco e nero o a colori. Nel primo caso possiamo stampare solo immagini senza colori, e documenti (o comunque scritti). Se vogliamo stampare in questo modo la soluzione migliore è quella di scegliere una stampante laser: per tale scopo non ha eguali – in fatto di velocità, resa e consumi del colore. Le stampanti a colori invece sono perfette per stampare foto o immagini colorate, e le migliori sono quelle inkjet. Le cartucce in questo caso saranno 4, che sono poi i colori principali. Nello specifico avremo una quadricromia composta da magenta, giallo, ciano e nero. Dalla mescolazione di questi 4 colori deriveranno tutti gli altri presenti in natura: otterremo tonalità e colorazioni variegate, anche se non ci sembra possibile.

Prima di procedere all’acquisto di una stampante valutiamo bene anche che tipo di cartucce monta. Questo perché avremo modo di fare un rapido calcolo dei costi relativi al consumo e all’utilizzo della stampante stessa. Se per esempio siamo soliti stampare foto o immagini a colori è necessario che la stampante sia compatibile con delle cartucce facilmente reperibili, e possibilmente economiche. Finiremo presto i colori infatti, e se costano un occhio della testa potremmo – a lungo andare – desistere dal comprarne di nuovi. Teniamo in considerazione che anche se manca un solo colore non possiamo più stampare, non prima di aver provveduto a sostituirlo con uno nuovo.

Una stampante destinata a un uso domestico, quindi più piccola e compatta, ha un’autonomia per cartuccia pari a 400 pagine. Una professionale può arrivare anche a un massimo di 5000 pagine stampate prima di dover sostituire la cartuccia. 

Per operare un risparmio maggiore possiamo decidere di stampare in fronte e retro. Questo vale soprattutto per gli uffici, che stampano una quantità maggiore di documenti, ma è uguale anche in caso di stampanti a uso domestico. Risparmieremo ingenti quantità di carta in questo modo, che a lungo andare si traduce in un notevole risparmio economico.

Scopri di più sul sito internet dedicato.